Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Onco News

Lievi danni alla testa nell’infanzia sembrano avere un ruolo nella comparsa di schizofrenia in soggetti con predisposizione familiare


Ricercatori dell’University of Toronto e dell’University of Waterloo ( Canada ) hanno verificato se i lievi danni alla testa durante la maturazione del cervello potessero essere alla base della schizofrenia in soggetti con familiarità per la malattia.

E’ stata confrontata la storia e la gravità dei danni alla testa nell’infanzia (età uguale o inferiore a 10 anni) e attraverso l’adolescenza (età uguale o inferiore a 17 anni) in 67 soggetti con schizofrenia ed in 102 loro fratelli non ammalati in 23 famiglie con familiarità per la malattia.

I soggetti con schizofrenia avevano una maggiore probabilità di avere una storia di danno alla testa nell’infanzia rispetto ai fratelli non colpiti dalla malattia ( 23,9% versus 11,8%, rispettivamente; p= 0.04; odds ratio 2,35 ).
Nei soggetti affetti da schizofrenia con una storia di danno alla testa durante l’infanzia , l’insorgenza della psicosi è avvenuta in media all’età di 20 anni rispetto ai 25 anni di coloro che non presentavano storia di danni alla testa.
La gravità del danno alla testa era correlata alla più giovane età di inizio della malattia.

Il danno alla testa si è presentato in media 12 anni prima dell’insorgenza della schizofrenia.

Da questo studio emerge che lievi danni alla testa nell’infanzia possono giocare un importante ruolo nel manifestarsi della schizofrenia nelle famiglie con una forte predisposizione genetica. ( Xagena2003 )

AbdelMalik O et al Arch Gen Psychiatry 2003; 60:231-236



Psyche2003


Indietro